h1

Rondi: la critica non esiste più, è una specie in via d’estinzione

12 maggio 2010

“Un tempo eravamo potentissimi, oggi abbiamo sempre meno spazio. La critica cinematografica non esiste più. E’ una specie in via d’estinzione”. Lo ha dichiarato il critico cinematografico Gian Luigi Rondi, presidente dell’ente David di Donatello e della Fondazione Cinema per Roma.

Il critico Gian Luigi Rondi

“La critica non può più aiutare il mercato cinematografico. Quando ho cominciato a scrivere per Il Tempo alla fine degli anni Quaranta – prosegue alle telecamere di Cinemonitornoi critici eravamo potentissimi. Oggi siamo diventati una specie protetta, rinchiusa in una riserva indiana: i quotidiani ci danno sempre meno spazio e i produttori, gli autori e gli attori non ci ascoltano più. Una volta il successo di un film al botteghino era decretato dalla critica; oggi, invece, siamo tutti vittime del sistema degli uffici stampa che promuovono il film con eventi e conferenze stampa otto dieci giorni prima che esca il film. Quando, alla fine, il film arriva in sala, – sottolinea Rondi – la stampa non ha più spazio per le nostre recensioni. Senza contare che la televisione, con tutte le sue iniziative, ha invaso le pagine dei giornali dedicate alla cultura ed agli spettacoli”.

Per il critico i festival sono importanti. “Soprattutto in questi anni in cui il pubblico non affolla le sale cinematografiche, salvo qualche eccezione. Servono a richiamare sempre più lo spettatore in sala. Ai festival si registrano sempre molte presenze. Gli spettatori – continua – fanno la fila per entrare in sala e assistere alla presentazione del film in presenza del regista, dell’attore o di altre personalità. Questo accadeva quando dirigevo la Mostra di Venezia e si ripete anche oggi al Festival del Cinema di Roma. Rondi ammette anche di aver cambiato giudizio su Pier Paolo Pasolini: “All’inizio non comprendevo il mondo di Pasolini, né quello letterario, né quello cinematografico. Poi l’ho conosciuto meglio, ho avuto l’occasione di fargli delle interviste e di parlare a lungo con lui. Così negli ultimi anni della sua vita e della sua carriera – conclude – ho finito per capire molto più profondamente il suo pensiero e l’ho raccontato con molta più partecipazione di come non lo avessi fatto prima”.

Il regista Pasolini, rivalutato da Rondi

Articoli a tema:

http://cinema-tv.virgilio.it/foto/archivio-foto/nomination_david_donatello_2009.html

http://cinema-tv.virgilio.it/foto/archivio-foto/david_donatello_2008.html

http://cinema-tv.virgilio.it/news/archivio-news/david_donatello_2008_gal.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: