h1

I Festival

11° FESTIVAL DEL CINEMA EUROPEO

Prende il 14 aprile la undicesima edizione del Festival del Cinema Europeo che proseguirà sino al 18 aprile 2010 presso il Cityplex Santalucia di Lecce. Il Festival, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come “manifestazione d’interesse nazionale”, è ideato ed organizzato dall’Associazione Culturale “Art Promotion” .

image

Il programma comprende il concorso dei lungometraggi europei, le sezioni volte a delineare importanti figure della cinematografia italiana e internazionale e ad approfondire temi specifici, gli eventi speciali e le anteprime nazionali. La grande novità di questa undicesima edizione è l’istituzione del PREMIO MARIO VERDONE che sarà assegnato dalla famiglia Verdone ad un giovane autore che si è particolarmente distinto nella ultima stagione cinematografica. La consegna del Premio si svolgerà domenica 18 aprile. Oltre che per il Premio intitolato al padre, Carlo Verdone è anche il grande attore del cinema italiano che sarà ospite del Festival. A lui l’omaggio realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia. In programma una rassegna dei film più importanti da lui diretti, in collaborazione con la Cineteca Nazionale, una mostra di fotografie tratte dall’archivio personale e dalla Fototeca del CSC e la pubblicazione di una monografia prodotta dal Festival e a cura di Enrico Magrelli, edita da Besa Editrice.

Oltre a Verdone, è prevista la partecipazione anche di Laura Chiatti, Claudia Gerini, Christian De Sica e molti altri attori e registi. Il protagonista del Cinema Europeo di questa undicesima edizione è il regista curdo Yilmaz Güney.

 ITALIAN FILM FESTIVAL USA

L’Italian Film Festival USA si terrà in nove città americane promuovendo i migliori film italiani proprio nel cuore degli Stati Uniti: St. Louis, Detroit, Chicago, Cleveland, Milwaukee, Minneapolis, Kansas City, Boulder e Denver.  L’obiettivo del festival è offrire al pubblico la visione di film recenti non ancora proiettati con lo scopo di informare il pubblico circa l’Italia. I film italiani, purtroppo, sono raramente proiettati nelle sale del Midwest e per molti spettatori questo festival è l’unica opportunità di vedere le immagini cinematografiche d’Italia. 

I film sono proiettati nelle università, tranne Chicago, dove i film sono proiettati a Casa Italia, il centro culturale della comunità italiana.  Al festival partecipano non solo gli italoamericani e gli studenti d’italiano, ma anche italiani che lavorano temporaneamente nel Midwest nonché molti americani amanti del cinema e della cultura italiana. Il festival è aperto al pubblico e l’ingresso è gratuito.

In assoluta prima visione nel Midwest è BAARIA, che ha aperto il festival a St. Louis il 10 aprile ed è stato ricevuto con molto entusiasmo.  Altri film in prima visione nell’edizione del 2010 sono: LA RAGAZZA DEL LAGO, il miglior film italiano del 2008, SI PUO’ FARE, PRANZO DI FERRAGOSTO, EX, CASOMAI, IL FIGLIO PIU’ PICCOLO e GLI AMICI DEL BAR MARGHERITA.

 

RASSEGNA FILM SPRAY

Il cinema indipendente italiano, spesso ai margini dei circuiti distributivi e delle programmazioni nelle maggiori sale, sbarca nei luoghi non deputati alle proiezioni: carceri, comunità di recupero, chiese sconsacrate, scuole, biblioteche e anche in alcune università americane. È la seconda edizione di ‘Film Spray’, la rassegna cinematografica che si svolgerà dal 15 al 17 aprile in diversi luoghi di Firenze, come la chiesa di San Jacopo e il carcere di Sollicciano.
Sono sei i film in concorso, tutti in lingua originale e sottotitolati in inglese, scelti tra le pellicole escluse dal circuito distributivo tradizionale in base al loro valore artistico-culturale e al loro impegno sociale. Pubblico e detenuti potranno votare la propria pellicola preferita e al vincitore andrà il premio ‘Rai Trade’, che patrocinerà la sua distribuzione. I film in gara sono “Butterfly Zone” di Luciano Capponi, “L’Uomo Fiammifero” di Marco Chiarini, “Mar Nero” di Federico Bondi, “L’Uomo del grano” di Giancarlo Baudena, “Onde” di Francesco Fei e “La velocità della luce” di Andrea Papini.
“Questa iniziativa – ha detto Fabrizio Guarducci, direttore dell’Isituto Lorenzo de’ Medici e ideatore della rassegna – si ricollega al movimento pacifista dell’Empowerment, nato per sviluppare vie alternative per un’economia parallela ed auto-organizzata dai settori emarginati della nostra società basata sulla responsabilizzazione individuale, sulla capacità attiva di ciascun individuo e sulla partecipazione dando a ciascuno ampie possibilità di realizzare il proprio potenziale”.

TRENTO FILM FESTIVAL

La storica rassegna sulla montagna e sul rapporto fra l’uomo e la natura, il cui direttore artistico è Maurizio Nichetti, presenta 38 pellicole al Concorso internazionale che assegna le tradizionali ‘Genziane’. L’evento di apertura  è il 30 aprile con la proiezione del film muto musicato dal vivo Der Heilige Berg (La montagna sacra) firmato da Arnold Fanck, uno dei maestri del Bergfilm.
A fianco alla kermesse cinematografica sono previsti mostre e incontri nell’ambito di ‘MontagnaLibri’ con Irene Bignardi, Susanna Tamaro, Giuseppe Cederna e Syusy Blady: si apre con la lettura integrale di ‘Le vie dei canti’ di Bruce Chatwin, poi si parlerà, tra gli altri, di Leni Riefensthal e Luis Trenker.
Tanti i film sui bambini, gli sherpa (gli accompagnatori delle spedizioni in Nepal), gli sport estremi, il puro alpinismo. In particolare, in Nanga Parbat si racconta la tragica spedizione nel 1970 in cui morì il fratello di Messner, Gunther. Tragedia da cui nacquero polemiche su il presunto abbandono del familiare da parte dell’alpinista fino a quando Reinher fu ‘scagionato’ dopo il ritrovamento del corpo nel 2005. Il festival si terrà dal 29 aprile al primo maggio a Trento.

FAR EAST FILM FESTIVAL A UDINEUn Cosplay Contest al Far East Film

Udine si prepara a diventare per nove giorni la capitale del cinema orientale. Dal 23 aprile al 1 maggio il capoluogo friulano ospiterà, infatti, la dodicesima edizione del Far East Film Festival, rassegna dedicata al cinema popolare asiatico. Più di sessanta pellicole provenienti da Cina, Hong Kong, Giappone, Thailandia, Filippine, Singapore, Indonesia e Taiwan saranno proiettate a partire dal mattino fino a oltre mezzanotte.

In attesa di sapere il programma completo, è stato annunciato il film che aprirà il festival, si tratta di Dream Home che sarà lanciato in anteprima mondiale proprio a Udine. Diretto da Pang Ho-cheung di Hong Kong, il film racconta le imprese di una giovane donna, interpretata da Josie Ho, disposta a tutto pur di ottenere la casa dei suoi sogni. Sangue e violenza non mancheranno in questo slasher movie costato la bellezza di 4 milioni di dollari, cifra decisamente alta per gli standard di Hong Kong. Nel film ci sarà anche il tocco di un italiano, la colonna sonora è infatti opera di  Gabriele Roberto, compositore nato a Cuneo, ma residente da anni a Tokyo. L’artista ha già lavorato con il regista Pang Ho-cheung nel 2007 col thriller Exodus e si è affermato nel paese del Sol Levante vincendo il Japan Academy Prize nel 2006 per le musiche del film Memories of Matsuko.

One comment

  1. Trento? Ma dai, nn lo sapevo🙂 Figata!!!



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: