Posts Tagged ‘Hollywood’

h1

Tendenze capelli, è di moda il raccolto. Copia dalle star!

6 giugno 2010

L'attrice Charlize Theron

I capelli raccolti a effetto spettinato dialaga sia sulle passerelle che tra le star: molte di loro, da Charlize Theron a Kristen Stewart, nei recenti eventi mondani hanno esibito chiome legate in varie fogge, mentre ciocche di capelli ricadevano con studiatissima noncuranza sulle spalle.

E’ questa la pettinatura giusta per chi, con i capelli lunghi, volesse acquisire una allure di raffinata eleganza, mettendo in risalto allo stesso tempo il collo e gli occhi, grazie alla fronte lasciata sapientemente scoperta.

la giovane protagonista di Twilight

Adatta sia per il giorno che per la sera, a seconda che scegliate una versione più sportiva o elaborata, è una soluzione perfetta per il fai da te, senza corse dell’ultimo minuto dal parrucchiere. Le più fantasiose potranno poi personalizzare la pettinatura con mollette e forcine luccicanti e colorate, abbinandole al vestito o agli accessori.

Allora volete anche voi un’acconciatura chic, che metta in risalto la linea del collo e la curva delle spalle donandovi nello stesso tempo un’allure romantica ed elegante? Lo chignon è quello che fa per voi: potete prendere esempio dalle star, che lo preferiscono ai capelli sciolti per le occasioni più formali, oppure sbizzarirvi a vostro piacimento giocando con le ciocche e creando chignon alti o bassi, dall’effetto spettinato o perfettamente ordinati, a seconda del vostro umore o dell’occasione.

  • Lo chignon riesce perfettamente su capelli medio lunghi o lunghi, meglio se non troppo sottili e non elettrici. Per questo non devono essere appena lavati: per un risultato al top mettetevi all’opera un giorno dopo aver fatto lo shampoo.
  • Spazzolate i capelli sia dietro che davanti e applicate un olio lucidante o lisciante. Con il phon o la piastra lisciateli ciocca per ciocca dalla radice alle punte, e così per tutta la chioma.
  • Fate una coda di cavallo, alta o bassa e più o meno allentata a vostro piacimento e fissatela alla base della testa con un elastico che dovrà rimanere invisibile, dunque dello stesso colore dei capelli.
  • Avvolgete la coda su se stessa, fissando man mano le ciocche con delle forcine. Se volete potete lasciare fuori di proposito qualche ciuffo, per creare un look studiatamente spettinato.
  • Fissate il tutto con una lacca a tenuta forte e se volete personalizzare il look, aggiungete un fermaglio prezioso e brillante, oppure giocate sulla decorazione delle forcine, scegliendole di forme originali o intonate al vestito o agli orecchini.

Hilary Swank, la star di Million Dollar Baby

Soffia aria di cambiamento insomma tra le celebrities di Hollywood e dintorni. Sono sempre più numerose le attrici e cantanti dello star system che hanno deciso di dare un taglio drastico alle proprie chiome. Il risultato? Un’aria forse meno romantica, ma dalla personalità più originale, in alcuni casi da arruffata ragazza ribelle (lo stile “pixie”), in altri (vedi il nostrano caso Carfagna) l’effetto è invece contrario. A ogni modo, un cambio di look radicale: e voi, cosa preferite?

Renee Zellweger, alis Briget Jones

Nelle serate mondane, sono sempre raggianti quando sfilano sul red carpet tra gli scatti dei fotografi! Anche in materia di make-up, le star hanno moltissimo da insegnarci… Perché non approfittarne, rubando i segreti del loro maquillage sexy, elegante e trendy?

Cameron Diaz, per esempio, è davvero spendida! Il suo trucco dalle sfumature rosa brilla sotto la luce dei riflettori. Al tempo stesso delicato ed estremamente femminile, il rosa illumina il suo incarnato, esalta i suoi occhioni azzurri e dà carattere al suo sorriso.

Perché funziona?
Il suo freschissimo make-up color fragola sta benissimo con i suoi capelli biondi. Da notare anche l’abbinamento tono su tono trucco/abito (un modello di Chanel): il risultato è davvero molto chic!

L’astuzia da rubarle?
Il suo rossetto color lampone! Questo colore, particolarmente solare, illumina il suo viso. Ecco il segreto per ottenere questo effetto elettrico (ma non troppo): applica il rossetto usando le dita! Il risultato finale sarà delicato e perfettamente sfumato… e le tue labbra super invitanti! 

Il prodotto giusto?
Il rossetto Hello Kitty di M.A.C. Il suo colore rosa illumina il viso, e il packaging frizzante e rock ci fa impazzire!
Prezzo: 18 € 

Cameron Diaz

Eva Longoria indossa uno sfarzosissimo abito lungo color corallo. Il suo segreto di bellezza? Evitare un look troppo carico, scegliendo un make-up sobrio e luminoso.

L’astuzia da rubarle
Il suo trucco intenso quanto basta e il suo incarnato radioso. Perché anche se, in genere, il rosso sta benissimo alle brune dalla pelle scura, la cura del colorito resta comunque una tappa essenziale per un make-up perfetto.
Il metodo è semplice, applica una base illuminante (che contiene particelle iridescenti); in seguito, spolvera il viso con una cipria traslucida. E, tocco finale per un effetto “bonne mine”: applica un blush sulle parti del viso che tendono ad abbronzarsi per prime (zigomi, fronte, guance, mento). Infine, indossa anche tu degli orecchini di strass, perfetti per dare un ulteriore tocco di luce al tuo viso. 

Il prodotto giusto? Eclat Minute Embellisseur Teint di Clarins: il segreto per un incarnato uniforme, un colorito luminoso e trasparente, per una freschezza e un éclat incredibili! 
Prezzo: 26,00 €. 

Eva Longoria

Come sempre, Anne Hathaway punta su un trucco rétro-chic, in linea con il suo look classico, ideale per esaltare la sua carnagione diafana. 

L’astuzia da rubarle: Il suo maquillage rétro, super trendy in questo momento! Come? Usando un pennello grande, spolverati il viso con una cipria in polvere del colore del tuo incarnato; in seguito, sottolinea il tuo sguardo con uno spesso tratto di eye-liner e, per la bocca, scegli un rossetto mat rosso vivo. Il tocco finale? Uno chignon basso: il dettaglio chic per un look total rétro! 

Il prodotto giusto?
Kajal Duo di Collistar, praticissimo! Con un semplice click la mina fuoriesce e scorre velocemente lungo la rima dell’occhio. I due colori, ai due lati della mina, possono essere usati singolarmente o abbinati: un duo irresitibile per dare allo sguardo profondità e mistero! Prezzo: 20 € 

Anne Hataway

Amanda Seyfried esibisce un look delicato e romantico: chignon basso con la riga al centro, pelle diafana e incipriata, bocca vellutata… e l’effetto bambola di porcellana è fatto! Naturalmente, c’è a chi piace e a chi no… 

L’astuzia da rubarle: Il suo make-up romantico e un po’ rétro (che fa tanto regina Maria Antonietta). Per ottenere questo risultato, via libera con la cipria! Non aver paura di esagerare, applicala con il piumino su viso, bocca, décolleté… non dimenticare nulla! Quando la  base sarà uniforme, metti un rossetto lampone sulla bocca e un tocco di blush sulla parte superiore degli zigomi. So chic!

Il prodotto giusto?
La cipria in polvere super mat di Make Up For Ever. Leggera e setosa, fissa il trucco e, al tempo stesso, uniforma e opacizza l’incarnato. Il piumino è compreso nella confezione.
Prezzo: 20 € circa

Amanda Seyfried

Angelina Jolie sceglie un make-up nude quasi impercettibile. Il colorito è uniformato da un fondotinta trasparente, la bocca appena illuminata da un velo di gloss, i capelli un po’ scompigliati… La star stasera gioca la carta della semplicità! 

L’astuzia da rubarle: Il suo maquillage naturale, a effetto nude: una tendenza che, in materia di make-up, s’impone ormai da tempo! Solo che, di solito, questo tipo di trucco è perfetto per il giorno, essendo un po’ troppo leggero per la sera. Il segreto per ottenere un effetto così naturale? Usare una cipria minerale dello stesso colore della tua carnagione. Essendo particolarmente coprente, riuscirai a ottenere un fantastico effetto “seconda pelle”. Il tocco in più: questo tipo di cipria nasconde tutte le imperfezioni lasciando respirare la pelle!

Il prodotto giusto?
La base opacizzante Mat Minerals di L’Oréal Paris. Coprente e a lunga tenuta, questa polvere dà lo stesso risultato di un fondotinta con, in più, la leggerezza e l’effetto naturale di una cipria in polvere.
Prezzo: 18,80 €

Angelina Jolie

Megan Fox è raggiante sotto la luce dei proiettori! In questa foto, sfoggia un look dorato e un incarnato perfetto e luminosissimo. Il suo viso radioso sembra riflettere la luminosità del suo abito. La bella Megan non ha bisogno di artifici per essere splendida: occhi e labbra appena truccate e capelli raccolti in uno chignon!

L’astuzia da rubarle
Il suo trucco luminoso (quasi) naturale. Per ottenerlo, usa anche tu una terra abbronzante che contiene pigmenti, per illuminare il viso e il decolleté (se hai la pelle chiara, scegli una tonalità dorata; se invece hai la pelle scura, scegline una ramata o marrone tendente al rosso). Il segreto per evitare segni antiestetici è usare un pennello grande dalle setole morbide. Come tocco finale, applica un un po’ di blush color albicocca sugli zigomi, partendo dai lati della bocca e andando verso le tempie.

Il prodotto giusto?
La terra abbronzante Solar Field di M.A.C, ideale per colorare delicatamente la tua pelle o creare dei punti di luce.
Prezzo: 22 €

Megan Fox

In materia di make-up, Kate Winslet sa come mettere in risalto le sue qualità. La prova? Le sue labbra super glamour, esaltate da un delizioso rossetto rosso mat, e il suo sguardo, valorizzato da uno spesso strato di mascara ultra allungante. Il risultato è meraviglioso!

L’astuzia da rubarle: Il suo rossetto color corallo, per una bocca da mordere! Ideale per truccare delle labbra carnose senza strafare, illumina il viso della star. Per riprodurre questo effetto, spolvera le tue labbra con della cipria, traccia il contorno con una matita e poi applica il rossetto (assolutamente non brillante!) con i polpastrelli. Avrai una bocca super seducente…

Il prodotto giusto?
Il Rouge Unlimited Crème Matte di Shu Uemura. La sua formula innovatrice concilia l’effetto mat con una texture cremosa che scivola sulle labbra.
Prezzo: 25 €. In vendita presso la boutique Shu Uemura (via Brera 2) e in Rinascente Duomo (Milano)

Kate Winslet

Ed infine… clicca qui per creare il tuo make up da star!

Annunci
h1

Easy Rider. E’ morto Dennis Hopper, l’americano ribelle

30 maggio 2010

Dennis Hopper

Dennis Hopper è il regista, nonché interprete,  dell’ avvincente opera prima “Easy rider” ,  lungometraggio del 1969 che passerà alla storia per aver saputo ritrarre  la sintesi della  cultura e l’amore per la libertà degli hippy, movimento giovanile che  influenzò il pianeta negli anni  60’ e ’70. “Easy rider” narra il viaggio di due motociclisti alla scoperta dell’America, con l’unico scopo di conoscere e “vivere”, sorretti dalla voglia di evasione dal perbenismo borghese.

Interessante è rimarcare come “Easy rider” non avesse un vero copione, ma  gran parte dei dialoghi furono  improvvisati. Affiancarono un Dennis Hopper con barba e capelli incolti, vestito di cenci e tic; un giovane e straordinario Jack Nicholson e un altrettanto straordinario Peter Fonda. Il film è stato pluripremiato al ventiduesimo Festival di Cannes e nel 1998 scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Hopper, Nicholson e Fonda in Easy Rider

In seguito Dennis Hopper fu nominato all’Oscar come miglior attore non protagonista per “Colpo vincente”. E’ stato una personalità effervescente e anticonformista, vestiva quasi sempre da cow boy, anche durante le cerimonie.   Amava la fotografia e le sculture in plexiglas,  faceva mostre a Spoleto e New York.  Perfetto nelle interpretazioni più famose:  “Gioventù bruciata” con James Dean, “L’amico americano” di Wenders, “Apocalypse now” di Francis Ford Coppola, “Velluto Blu” di David Lynch, “Una vita al massimo” di Tony Scott.

Effervescente nella vita privata, ha avuto cinque mogli, tutte attrici:  Brooke Hayward, Michelle Philips, Daria Halperin, Katherine La Nasa, Victoria Duffy. Rimproverava l’ultima di non lasciarle vedere, dopo la separazione, la figlia di sei anni. Il suo male gli ha impedito di presentarsi in tribunale per la causa.

Un giovanissimo Hopper

Politicamente è stato un repubblicano ma, capace di cambiare idea, nelle ultime elezioni ha appoggiato con  fervore Barack Obama, motivando questa scelta  con le delusioni provocategli da George W. Bush e dalla candidatura di Sarah Palin come vicepresidente repubblicano nel 2008.

Nell’ottobre 2009 il suo manager aveva reso noto che Hopper soffriva di cancro alla prostata. L’attore  aveva cancellato tutti gli impegni lavorativi per concentrarsi sulle cure mediche: il 26 marzo 2010 pesava 45 chili ed è  stato dichiarato in fase terminale. Non è però voluto mancare alla consegna della stella con il suo nome sulla “Hollywood walk of fame”  insieme all’amico  di sempre Jack Nicholson. La morte lo ha colto il 29 maggio a Los Angeles all’età di 74 anni.

Al di là dei riconoscimenti, la sua perdita ha toccato il cuore di quelli che lo rammentano per ciò che ha simboleggiato in Easy rider: giovinezza  controcorrente,  libertà difficile a viversi. Raccontano che Hopper fosse insofferente e insoddisfatto perché i riconoscimenti finirono con quel film: nella vita però, per essere ricordati, non è necessario fare il massimo, bensì la cosa giusta.

In onore dell’attore americano, è nata “Segni dei tempi”, una mostra composta da fotografie per lo più inedite che ritraggono gli idoli e le popstar di quegli anni insieme a produttori cinematografici, artisti, amici, amanti o persone assolutamente sconosciute.

La locandina di Segni dei Tempi

Tra le strade dell’America Dennis Hopper ha registrato sulla pellicola alcuni dei momenti più importanti e intriganti della sua generazione attraverso un occhio attento e intuitivo, riuscendo a trasferire in immagini il clima culturale e politico di anni di forte contestazione, documentando Martin Luther King durante la marcia per i diritti civili da Selma a Montgomery in Alabama ma anche il Paul Newman di Nick Mano fredda o la prima esposizione di Andy Warhol, tutti momenti epici di quella irripetibile decade che furono gli anni 60 in America.

Questo lavoro di Dennis Hopper sembra più una pellicola in movimento che non una serie di fotografie immobili, una descrizione viva che si traduce in un nuovo linguaggio espressivo più vicino al cinema che non alla staticità della fotografia, un’esplorazione delle capacità di questo grande personaggio, tenuto molto spesso ai margini dell’establishment culturale di Hollywood, ma che sicuramente risulta una delle menti più affascinanti del panorama culturale americano.

Il ritratto di Hopper creato da Andy Warhol

Pochi sanno che oltre che attore e regista Dennis Hopper era anche un raffinato collezionista d’arte e un apprezzatissimo fotografo. Era stato un altro attore «cattivo» sullo schermo e coltissimo nella vita privata, Vincent Price, a instillargli il gusto per l’arte contemporanea. E aveva fiuto. Comprò infatti un paio di opere di Andy Warhol per 75 dollari (Warhol in cambio fece per lui un ritratto) e della sua collezione facevano parte altri capolavori di personaggi del calibro di Roy Lichtenstein, Jasper Johns e Jean-Michel Basquiat, acquistati prima che diventassero famosi. Uno dei suoi riti, oltre alla lettura (amava molto Nietzsche), erano i giri nelle gallerie alla ricerca di nuovi talenti artistici.

Molte le mostre di fotografia dedicate a Hopper in ogni parte del mondo, mentre la Taschen ha fatto una edizione limitata di 1.500 esemplari autografati delle sue fotografie degli anni Sessanta. Ci sono le celebrità, si, ma negli scatti, rigorosamente in bianco e nero, di Dennis Hopper c’è spazio anche per la vita di tutti i giorni.

Tutto su Dennis Hopper:

h1

Il grande Frank Pierson torna a scrivere

29 aprile 2010

Pierson torna a Hollywood

Uno degli sceneggiatori leggendari di Hollywood, il premio Oscar Frank Pierson – Nick Mano fredda, Quel pomeriggio di un giorno da cani, Presunto innocente – è stato ingaggiato dalla MADMEDIA Entertainment per scrivere un dramma epico sulla Guerra di Corea, 17 Days of Winter, che sarà diretto da Eric Brevig. Si tratta della rivisitazione di una delle battaglie più sanguinose di quel conflitto, in cui 12.000 Marines si trovarono a fronteggiare un nemico dieci volte superiore in numero in condizioni climatiche proibitive. Il film sarà girato in Corea, nei luoghi reali dove avvenne lo scontro. Le riprese sono previste per il 2012. Ricordiamo che Pierson è stato presidente sia della Writers Guild of America (1993-1995) che dell’Academy of Motion Pictures (2001-2005).

h1

Dean e Reagan insieme in una pellicola riscoperta

26 aprile 2010

Un giovane James Dean, il “ribelle senza causa” del cinema hollywoodiano, affiancato al futuro presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan: la pellicola è stata ritrovata negli archivi della CBS e appartiene  una serie americana del 1954.

Per la prima volta due personaggi storici lavorano assieme: da un lato Ronald Reagan, all’epoca attore esordiente e ancora lontano dalla carriera politica, dall’altro James Dean, fresco dell’interpretazione ne La valle dell’Eden che gli sarebbe valsa una nomination all’Oscar. La pellicola appartiene alla General Electric Theater, che aveva commissionato ai due attori una serie trasmessa prima via radio e poi in televisione. L’episodio che è un riadattamento di una novella dal titolo “The dark, dark hours” vede Reagan nel ruolo di medico, che svegliato nel cuore della notte deve difendere la sua casa e la sua famiglia da un attacco a mano armata da Dean, adolescente furibondo. Il video, trasmesso solo una volta nel 1954, è riemerso dagli archivi della CBS e ora sta facendo il giro del web

h1

Una stella per Mel Brooks

26 aprile 2010

Il grande comico Mel Brooks

A 83 anni una vera e propria leggenda della comicità, Mel Brooks, ha ottenuto la sua stella sul Walk of Fame di Hollywood, per la precisione la stella numero 2406. Mel Brooks, uno dei pochi individui al mondo ad aver vinto Oscar, Emmy, Tony e Grammy, ovvero tutti i premi maggiori dello spettacolo americano, era accompagnato per l’occasione dal collega veterano con cui ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo, Carl Reiner, dal figlio Max e dal nipotino. Mel Brooks è al momento impegnato nella preparazione della versione teatrale di un suo celebre film, Mezzogiorno e mezzo di fuoco.