Posts Tagged ‘La prima cosa bella’

h1

Muccino conquista l’oriente con il suo Baciami ancora

21 giugno 2010

Gabriele Muccino e il cast maschile del film Baciami ancora

Si è concluso domenica il Shanghai International Film Festival, la più importante manifestazione cinematografica del continente asiatico, ed ha visto un trionfo tutto all’italiana. Baciami ancora, di Gabriele Muccino ha vinto il Golden Globet Award come miglior film, ma anche per la miglior sceneggiatura (realizzata dallo stesso Muccino, Sandro Petraglia e Stefano Rulli) e per la miglior attrice protagonista, Vittoria Puccini.

«Sono profondamente onorato di ricevere questi premi per il mio film – ha detto il regista – Ho cercato solo di raccontare con onestà e verità quello che succede quando ci si trova intorno ai 40 anni e si è spaventati dagli errori che abbiano fatto quando eravamo più giovani. Il vostro riconoscimento – ha continuato poi Muccino – è ancora più apprezzato perché mi fa capire quanto universali possono essere i temi del mio film». Muccino vittorioso a Shanghai, CinecittàNews.it

A conferire il premio al regista italiano e al suo seguito de L’ultimo bacio è stata una giuria d’eccezione: presieduta dal grande regista cinese John Woo – da tempo approdato anche ad Hollywood – e composta per il resto dall’israeliano Amos Gitai, lo statunitense Bill Guttentag, il giapponese Yojiro Takita e il cinese Wang Xiaoshuai.

Ma oltre alla vittoria, anche gran parte del festival è stato colorato dal tricolore. Infatti, erano ben 13 i film italiani in concorso: La prima cosa bella di Paolo Virzì e Indovina chi sposa mia figlia! di Neele Leana Vollmar, una coproduzione italo-tedesca, con Lino Banfi tra gli interpreti e che è valsa il premio come miglior interprete maschile all’attore Christian Ulmen. Le altre pellicole nostrane che hanno partecipato al Festival asiatico sono: L’imbroglio nel lenzuolo, di Alfonso Arau; Generazione 1000 Euro, di Massimo Venier; Per Sofia, di Ilaria Paganelli; Barbarossa, di Renzo Martinelli; Oggi sposi, di Luca Lucini; Rosso Malpelo, di Pasquale Scimeca; L’uomo che verrà, di Giorgio Diritti; La Pivellina, di Tizza Covi e Rainer Frimmel; Scusa ma ti chiamo amore, di Federico Moccia; ed infine Lo spazio bianco, di Francesca Comencini.

Approfondimenti:

h1

I vincitori degli IOMA

10 maggio 2010

Tarantino vincitore agli Ioma

Gli utenti italiani di Internet hanno votato come miglior film dell’anno per gli Italian Online Movie Awards Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino. Bastardi senza gloria di Tarantino ha ricevuto tutti i premi più importanti: miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura originale, miglior montaggio e miglior attore non protagonista (Christoph Waltz).

Il cast di Bastardi Senza Gloria

Shutter Island, uno dei film favoriti in sede di nomination, si aggiudica invece il premio per il miglior attore (Leonardo Di Caprio) e quello per la miglior sceneggiatura non originale. Avatar, il film che ha dominato il 2010, si deve accontentare di 2 premi: miglior fotografia e gli immancabili effetti speciali.

Le interpretazioni femminili dell’anno sono quelle di Carey Mulligan e Julianne Moore, rispettivamente miglior attrice protagonista per An Education e miglior attrice non protagonista per A Single Man. Grande successo per Up, il film della Pixar: oltre a essere decretato miglior film d’animazione, porta a casa anche il premio per la miglior colonna sonora.

Grande successo per Up

Infine, il cinema nostrano: è Paolo Virzì a conquistare il premio per il miglior film italiano, con La prima cosa bella. Altro meritato riconoscimento a La doppia ora di Giuseppe Capotondi: il film è stato votato dalle migliori redazioni di cinema online (annuale premio collaterale degli IOMA) come Miglior Opera Prima.

Ecco un video che raccoglie alcuni dei principali film facenti parte della stagione Ioma 2010 (nella quale rientrano tutte le pellicole uscite nelle sale italiane dal 01/03/2009 al 31/03/2010):