Posts Tagged ‘novità’

h1

Diana, la prima principessa Disney di colore

7 maggio 2010

La Principessa e il Ranocchio

Cari “blogghisti” mi permetto di segnalarvi un film della Disney uscito da non molto tempo: si tratta della Principessa e il Ranocchio, un lungometraggio che ha segnato la fine del “cartone tradizionale” a favore di quello “multiculturale”. In questa pellicola per la prima in assoluto nella storia dei capolavori animati Disney appare una principessa di colore, Diana. Quest’ultima rappresenta una grandissima innovazione per il grande schermo in quanto dopo anni e anni di principesse bionde dagli occhi azzurri finalmente si fa strada una mulatta che, calpestando i pregiudizi razziali, diventa il sogno di tutte le bambine. Quale modo migliore del cinema per insegnare ai bambini a non essere razzisti e ad amare il prossimo indipendentemente dal colore della pelle?

Al quarantanovesimo film, la Disney si rinnova guardando al passato, tornando al disegno fatto a mano, ai fratelli Grimm, ad un’ambientazione in parte metropolitana, abitata da esseri umani, e in parte più fiabesca, immersa nella natura, in quel regno animale che da sempre ha qualcosa da insegnare al primo, in termini di verità, di libertà, di collaborazione. O improvvisazione collettiva, per dirla in chiave jazz. Come nella fiaba di partenza, che qui dà esclusivamente il la, il viaggio nel regno animale è un momento necessario e circoscritto, prima dell’ingresso nel mondo adulto, ma la scelta di ambientare il lungometraggio a New Orleans, sotto questa luce, non risponde solo ad un banale criterio di diversificazione ed esotismo, ma anche all’individuazione di un luogo dove tradizione e innovazione vanno a braccetto e dove la festa che viene presa maggiormente sul serio è la follia del carnevale. Scrivono su My Movies. Per saperne di più visita il sito ufficiale del film: http://www.disney.it/la-principessa-e-il-ranocchio/ e guarda il trailer:

Per finire, cari lettori, vi lascio alla lettura della mia recensione de La Principessa e il Ranocchio, un film di Ron Clements. Con Oprah Winfrey, John Goodman, Keith David, Jim Cummings, Jenifer Lewis, Anika Noni Rose, Bruno Campos, Ritchie Montgomery, Jennifer Cody, Michael-Leon Wooley, Peter Bartlett, Terrence Howard, Angela Bassett, Kwesi Boakye, Elizabeth M. Dampier, Breanna Brooks, Michael Colyar, Jerry Kernion. Titolo originale The Princess and the Frog. Animazione, Ratings: Kids, durata 97 min. – USA 2009. – Walt Disney uscito venerdì 18 dicembre 2009:

Musical, commedia, animazione.La principessa e il ranocchio è un mix di generi, l’ennesimo capolavoro Disney che racchiude gli insegnamenti di una fiaba, la comicità di un cartone animato e l’adrenalina di un concerto. Dimenticate la principessa bionda dagli occhi azzurri che fugge con un adone in groppa al suo cavallo bianco. Dimenticate i fratelli Grimm e Il principe Ranocchio vecchio stampo e fate spazio a John Musker e Ron Clements. Dopo il successo di Aladdin e La Sirenetta i due registi osano staccarsi dalla tradizione. Il risultato? Un film classico ma non troppo, adatto a un pubblico di tutte le età. Una trama strappalacrime, una morale ben evidente e dei personaggi “animaleschi” tutti cuore e simpatia. Il racconto, ambientato sulle sponde del Mississipi, a New Orleans, si apre con un flashback su una scena di vita quotidiana: una mamma che racconta una fiaba a due bimbe, Il Principe Ranocchio. Amiche del cuore ma tanto diverse, Charlotte è una ragazzina viziata dal cuore grande, figlia di Gran Papà la Bouff, ricco signore del posto, mentre Tiana è una bambina afroamericana di umile famiglia. Lotty sogna di sposare il principe azzurro della favola mentre Tia spera di aprire col papà cuoco un ristorante e, insieme all’amica, si rivolge alla Stella della Sera perché esaudisca i loro desideri (un tema ricorrente, la stella: in Peter Pan indica l’Isola Che Non C’è, in Pinocchio esaudisce i desideri e, nel Re Leone, i defunti diventano stelle). Il tempo passa e Tiana diviene donna lavorando duro per portare a termine il suo progetto. Intanto il principe Naveen giunge in città con il valletto Lawrence (che, sia nell’aspetto che nella goffaggine, ci ricorda Spugna, il leccapiedi di Capitan Uncino) in cerca di donne e jazz. Ma Naveen è tanto bello quanto ingenuo e si fa abbindolare da Mr Facilier, mago vodoo che per ripagare i suoi debiti con l’aldilà lo trasforma in ranocchio e riempie un talismano del suo sangue. Lawrence, complice del perfido mago, assume così le sembianze del principe e si reca a villa La Bouff, intenzionato a sposare Charlotte e appropriarsi della sua dote. E’ lì che Tiana lavora come cameriera e incontra il ranocchio, fuggito ai suoi rapitori: dopo aver sporcato la sua uniforme la protagonista indossa un abito regale. Naveen la scambia per principessa e la convince a baciarlo. Ma anziché essere il principe a tornare uomo è Tia a trasformarsi in rana. I due, volando attaccati ad un palloncino, finiscono i n una palude dove incontrano Louis (Pino Insegno), un simpatico alligatore trombettista amante di Amstrong che, come Baloo nel libro della Jungla, traghetta i personaggi sul fiume. E Ray (Luca Laurenti), una lucciola sdentata innamorata della Stella della Sera, la “sua” Evangeline. Con il loro aiuto, in un vortice di inebrianti canzoni (interpretate da Karima, talento di “Amici”) ed effetti speciali, i protagonisti andranno in cerca di Mamma Odie, una Maga Magò dei giorni nostri che possa aiutarli a tornare umani. E Lawrence? Mr Facilier gli è alle costole ma il sangue nel medaglione sta per esaurirsi e il valletto sta per riprendere le sue sembianze. E’ necessario ritrovare Naveen. Una fiaba rivisitata in chiave moderna che è costata alla Disney diverse critiche per razzismo e discriminazione: parte della comunità afroamericana è convinta che questo film rafforzi gli stereotipi e si lamenta del fatto che la protagonista dalla pelle color ebano lavori per una ricca donna bianca e che il principe non sia nero abbastanza, che abbia i capelli troppo poco ricci e il naso troppo affilato.

h1

Shia LaBeouf soffre per amore

1 maggio 2010

Shia sarà la star di Ariola

Nuovo film in arrivo per Shia LaBeouf, che vedremo comunque in Wall Street : Il denaro non dorme mai, in uscita ad ottobre. Shia si calerà nei panni di un ragazzo innamorato di una donna legata a un pericoloso boss, con tutti i guai che ne conseguono. Il film, dal titolo The Necessary Death of Charlie Countryman, sarà diretto dal regista di spot Dante Ariola su una sceneggiatura per una volta originale (merce sempre più rara a Hollywood) di Matt Drake. Si prevede che le riprese possano iniziare già per la fine del 2010. E’ un periodo ricco di impegni per la giovane star del botteghino: l’estate prossima lo rivedremo in azione in Transformers 3 di Michael Bay.

h1

Maximum Ride alla Universal

27 aprile 2010

Il primo episodio della celeberrima serie di romanzi per ragazzi scritta da James Patterson dovrebbe finalmente trovare la sua trasposizione cinematografica. La Universal Pictures è infatti molto vicina a chiudere l’accordo per l’acquisto dei diritti dell’opera letteraria. Come già anticipato, accreditata per dirigere il film è Catherine Hardwicke, già al timone del primo capitolo della Twilight Saga. A produre Maximum Ride saranno invece Avi e Ari Arad insieme a Steve Paul. Protagonisti della storia sono dei ragazzi composti per il 98 % di geni umani e per il 2 % di geni di uccelli. Fuggiti da un laboratorio di ricerca che li teneva prigionieri, i giovani vengono perseguitati da un gruppo di uomini-lupo sguinzagliati dagli scienziati-aguzzini. A scrivere l’adattamento di Maximum Ride saranno Mark Fergus e Hawk Ostby, già autori dello script di Iron Man e del prossimo Cowboys & Aliens.

h1

Ancora The Ring e in 3D

27 aprile 2010

Torna Samara...in 3D!

La saga di The Ring sta per tornare sui nostri schermi, con un terzo capitolo che la Paramount Pictures ha affidato allo sceneggiatore David Loucka (Dream House). Nessuna sorpresa da nessun punto di vista: il nuovo film si propone di “reinventare il franchise” (leggasi “reboot”?), sarà più “orientato al pubblico di teenager” e soprattutto verrà girato in 3D. La ripresa del lucrativo marchio arriva dopo un incasso globale di oltre 300 milioni di dollari dei primi due episodi americani, cioè The Ring del 2002 e The Ring Two del 2005, entrambi con Naomi Watts, che però non pare al momento della partita.

h1

Dettagli sul progetto parigino di Woody Allen

25 aprile 2010

Il grande regista Woody Allen

Woody Allen ha alzato (parzialmente) il velo sul suo prossimo film, quello che girerà a Parigi nel corso dell’estate. Tanto per cominciare s’intitolerà Midnight in Paris, e si tratterà di una commedia romantica che vede protagonista una famiglia in viaggio di lavoro nella capitale francese: la giovane coppia sarà costretta a confrontarsi con l’illusorietà dell’idea che una vita differente da quella che conducono sia necessariamente migliore.

Allen ha poi annunciato il cast del film, che ai confermati Owen Wilson, Marion Cotillard e Rachel McAdams affianca Kathy Bates, Michael Sheen, Nina Arianda, Tom Hiddleston, Corey Stoll, Mimi Kennedy, Kurt Fuller e… Carla Bruni-Sarkozy. Già, pare che la Premiere Dame sia ancora legata al progetto. Staremo a vedere. Nel frattempo ricordiamo che Woody Allen sarà fuori concorso al prossimo Festival di Cannes con il suo You Will Meet a Tall Dark Stranger.

h1

Mickey Rourke e John Milius per Gengis Khan

23 aprile 2010

Mickey Rourke in The Wrestler

Mickey Rourke e John Milius stanno collaborando per realizzare un film basato sulla vita e le imprese di Gengis Kahn. A rivelarlo è stato lo stesso attore nel corso di un’intervista.

Secondo Rourke, Milius ha già pronto il copione, che racconta la storia del leggendario imperatore mongolo raccontata attraverso gli occhi di suo figlio e di suo nipote e la loro percezione di questa mitica figura. L’attore ha poi aggiunto che le riprese si terranno tra l’India e la Cina e che per interpretare il ruolo di Gengis Khan dovrà affrontare numerose scene a cavallo che lo vedranno al tempo stesso impegnato come arciere: “sarà una sfida interessante dal punto di vista fisico,” ha concluso.

h1

James Cameron illustra gli altri Avatar

21 aprile 2010

James Cameron, in un’intervista al Los Angeles Times, ha fatto due importanti anticipazioni sul futuro di Avatar. La prima riguarda i sequel: nel secondo e nel terzo capitolo della trilogia, ci si concentrerà rispettivamente sul mondo degli oceani di Pandora e sull’esplorazione del sistema solare di Alpha Centauri. Il primo Avatar avrà inoltre una riedizione, arricchita di 7 minuti con nuovi effetti visivi, che riapparirà nelle sale ad agosto, perché a detta di Cameron l’uscita a breve distanza di Alice, Dragon Trainer e Scontro tra Titani ha frenato anzitempo l’infinita corsa al botteghino del film nelle sale attrezzate per il 3D. La riedizione con i 7 minuti sarà quella che prenderà vita nel set di quattro dischi (dvd e Blu-ray) che uscirà a novembre.